Indice articoli

Umberto VeronesiNon posso credere a quello che leggo, gli alimenti base della dieta della civiltà umana vengono messi al bando! Il famoso oncologo Veronesi sostiene che lo smog non sia così dannoso in confronto con il latte o la farina di mais.
L'intera popolazione mondiale si è sempre cibata di questi alimenti ed è riuscita a sopravvivere egregiamente fino ad adesso; in questo secolo sono aumentati a dismisura i casi di tumore e invece di dare la colpa all'inquinamento e a tutti i prodotti chimici e radioattivi che vengono riversati nell'ambiente si accusano mais e latte! Guarda caso gli OGM potrebbero risolvere questo inconveniente!

15 marzo 2005 L'oncologo Veronesi: «Il vero rischio è l'alimentazione, non lo smog»
Allarme cibo: provoca il 30% dei tumori Sott'accusa le farine di mais e il latte, così come la carne
«Nei prodotti ogm meno sostanze cancerogene»
Fonte: http://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze_e_Tecnologie/2005/03_Marzo/14/alimenti.shtml


Le grandi industrie chimiche multinazionali hanno un nuovo prodotto da diffondere sul mercato: gli OGM. Hanno bisogno di qualcuno che li pubblicizzi e che rassicuri la gente sull'assoluta sicurezza che offrono gli OGM. Veronesi (il famoso oncologo, ex ministro della salute) si fa promotore di una campagna pro-OGM sostenendo l'assoluta necessità di passare a tali coltivazioni per risolvere alcuni problemi che altrimenti non troverebbero soluzione.
Sostenere che la polenta è più cancerogena dell'inquinamento credo sia quasi uno slogan pubblicitario, un modo per attirare la gente con una frase forte, senza analizzare tutti i veri rischi ai quali si andrebbe in contro attuando la manipolazione genetica degli alimenti.

Fin dalla notte dei tempi l'uomo ha cercato di migliorare le varie specie animali e vegetali con lo scopo di ottenere il miglior prodotto dal punto di vista del rendimento, della conservazione e nell'intento di ottenere un miglior sapore. Queste manipolazioni sono sempre avvenute secondo le leggi che ci concede la natura: ad esempio è improbabile che un bassotto si accoppi con un alano ma in condizioni di cattività potrebbe anche avvenire. Mai si è cercato di modificare la sequenza genetica degli alimenti. Un OGM è una creazione artificiale che unisce geni animali e vegetali, ad esempio inserendo nel dna di un pomodoro il gene di un merluzzo. Quindi la differenza è sostanziale! Naturalmente mettendo un alano vicino ad un bassotto potrebbe avvenire l'accoppiamento, ma mettendo un pomodoro vicino ad un merluzzo non succederebbe assolutamente niente. Quindi alla luce di questo ragionamento non ha nessun senso l'affermazione di veronesi: «L’uomo ha sempre modificato ed incrociato le piante, gli OGM non sono una novità». Se poi con questa frase intendeva riferirsi al grano creso, credo che non sia possibile fare il paragone in quanto questa specie di grano duro, attualmente utilizzato in italia per il 90% delle coltivazioni, è già un primo passo verso la modifica innaturale degli alimenti in quanto irradiato con raggi gamma provenienti da scorie di reattori nucleari. (per saperne di più , altre informazioni su grano creso e celiachia ).

abook-button-blue

BackupMX

Cerca nel sito